15 ottobre 2009

La torre della Scimmia

English version of this post
Oggi con "Roma Leggendaria" ci troviamo tra via dei Portoghesi e via dei Pianellari, a due passi da piazza Navona, come al solito sulle tracce di qualche storia antica e affascinante. In particolare, soffermiamo la nostra attenzione sulla torre che sorge in fondo alla via dei Portoghesi, la torre dei Frangipane (vedi foto) che, sebbene ora sia circondata da palazzi, sappiamo essere qui già da più di mille anni (!).
Questa torre è meglio conosciuta con il nome di "Torre della Scimmia". Ecco perchè.

La torre a via dei Portoghesi
La torre a via dei Portoghesi
La leggenda racconta che qualche secolo fa abitava qui una famiglia che, forse per seguire una moda frivola ed esotica dell'epoca, aveva scelto come animale domestico una simpatica scimmietta, di nome Hilda. Hilda era addomesticata, girava libera per casa, seguiva i componenti della famiglia e accorreva dal padrone al richiamo del suo fischio.

La famiglia aveva da pochi mesi un nuovo nato, che ovviamente raccoglieva le attenzioni di tutti, Hilda compresa, sebbene la scimmietta fosse tenuta a debita distanza. Ma come molti sapranno, le scimmie spesso hanno il vizio di imitare ciò che fanno i padroni, e da sempre anche Hilda desiderava imitare i gesti della madre del neonato nel cambiare le fasce al bambino, cosa ovviamente che non gli era mai stata consentita.

Un giorno accadde che in un momento di distrazione il neonato fosse lasciato provvisoriamente incustodito insieme alla suddetta scimmietta. Hilda, approfittando dell'occasione, imbracciò il bambino per divertirsi a fasciarlo; ma, evidentemente conscia che poteva venir disturbata dall'arrivo di qualcuno, pensò bene di uscire dalla finestra ed arrampicarsi su uno dei merli in cima alla torre, portando sempre con sè il neonato!

La statua della Madonna e il lume acceso sulla torre
La statua della Madonna e il lume acceso sulla torre
Non appena fu dato l'allarme, è facile immaginare la disperazione dei familiari alla vista del loro bambino in bilico sul ciglio della torre nelle mani della scimmia! In quel momento di ansia terribile, i genitori pregarono la Madonna giurando che, se avessero riavuto salvo il loro bambino, avrebbero per riconoscenza fatto erigere in quel punto della torre una Sua statua con a fianco un lume sempre acceso.

Come finì questa storia?
Beh, la leggenda narra che, con il solito fischio di richiamo, la scimmia posò il bambino sul torrione e corse dal padrone...e il bambino fu tratto in salvo. Ma questo epilogo lo potevate capire anche da soli, perchè la promessa è stato mantenuta, e infatti sopra la "Torre della Scimmia" di via dei Portoghesi c'è ancora oggi la statua della Madonna con a fianco un lume sempre acceso (vedi foto).

La torre della Scimmia è qui.

1 commento :

  1. Bravo Alessio ... racconti bene le leggende della nostra Roma!
    Se clicchi su
    http://itinera-barbarae.over-blog.it/article-la-torre-della-scimmia-41314517.html
    puoi vedere la versione secondo il mio stile ...
    Ciao!
    Barbara

    RispondiElimina